Windows 10 è già al lavoro sul primo grande aggiornamento del 2021. Le novità più importanti saranno a livello grafico: ecco cosa cambia.

Tra pochi giorni Microsoft rilascerà Windows 10 May Update, il primo core update dell’anno che porterà nel sistema operativo diverse novità a livello software, legate soprattutto alla stabilità del PC e a funzioni particolari. L’aggiornamento è atteso tra il 26 e il 28 maggio e nel giro di pochi giorni arriverà agli utenti di tutto il mondo. Gli sforzi dell’azienda di Redmond non si fermano qui: è già al lavoro sul secondo grande aggiornamento dell’anno, quello che solitamente viene rilasciato a novembre.

Negli ultimi giorni, però, arrivano notizie ancora più importanti: Microsoft sarebbe già pronta a far testare agli utenti le prime funzionalità pensate per Windows 10 21H1, ossia l’aggiornamento che verrà rilasciato a maggio 2021. Questa notizia non deve stupire: le grandi aziende lavorano su più progetti contemporaneamente, affidando a diversi gruppi lo sviluppo software delle singole funzionalità. L’indiscrezione arriva dalla stessa Microsoft che in un post pubblicato sul blog di “Windows Subsystem for Linux” ha annunciato l’arrivo delle prime funzionalità dell’aggiornamento del prossimo anno già a giugno, in modo da poterle testare con largo anticipo. Il riferimento a queste nuove funzionalità è stato prontamente eliminato, segnale che si è trattato di un errore e di una notizia che ancora non doveva uscire.

Quali saranno le novità dell’aggiornamento di maggio 2021 di Windows 10
Nome in codice Iron. Questo sarà il nome che identificherà il primo core update di Windows 10 nel 2021. E le notizie interessanti non finiscono qui. Microsoft, infatti, è pronta a rilasciare le prime funzionalità di questo aggiornamento già a giugno all’interno del Fast Ring, il programma per beta testing dedicato a Windows 10. Per chi non lo sapesse, il Fast Ring è la versione sperimentale di Windows 10, dove Microsoft rilascia tutte le nuove funzioni per farle testare a un gruppo selezionato di utenti, che devono rilasciare feedback su eventuali problemi.

i conoscono già alcune delle nuove funzionalità che vedremo con Windows 10 21H1. L’impatto più grande sarà a livello grafico, con le icone del menù Start che verranno completamente ridisegnate per renderle ancora più utili. Addio alle Live Tiles che hanno accompagnato Windows in questi anni, si tornerà ai pulsante classici. Inoltre, il menù Start abbraccerà il dark mode e gli utenti potranno scegliere tra un tema più chiaro e uno più scuro. 

Per le restanti novità, bisognerà aspettare almeno il mese di giugno, quando le prime funzionalità arriveranno sul Fast Ring.