CyberSec2025

Vertiv: come l’intelligenza artificiale sta cambiando i Data center

Con la crescente adozione di modelli linguistici di grandi dimensioni (LLM) sia nel settore aziendale che nella produzione di hardware, i responsabili IT si trovano di fronte a nuove sfide. L’introduzione dell’Intelligenza Artificiale Generativa (GenAI) solleva interrogativi fondamentali sull’impatto nei data center, in particolare per quanto riguarda l’aumento delle esigenze di elaborazione, archiviazione e potenza.

Abbiamo discusso di queste sfide e opportunità con Andrea Faeti, Sales Enterprise Accounts Director per l’Italia di Vertiv, per comprendere meglio come il crescente utilizzo dell’Intelligenza Artificiale sta influenzando prospetticamente i data center.

Implicazioni dell’Intelligenza Artificiale nei Data Center:

L’implementazione della GenAI comporterà un notevole aumento nell’uso di server, unità di elaborazione grafica (GPU) e dispositivi di storage. Vertiv prevede una crescente domanda di ingegneri specializzati, capaci di gestire codici di riferimento per applicazioni avanzate.

Nonostante la GenAI semplifichi alcune operazioni, la sua adozione produttiva richiederà controlli approfonditi e potrebbe richiedere lo sviluppo di nuove applicazioni. Ulteriori sfide potrebbero derivare da nuove normative che regolamentano il settore.

Analisi recenti indicano che l’AI può contribuire al risparmio energetico, analizzando grandi volumi di dati sul traffico e sulla domanda di rete, facilitando decisioni rapide sulla gestione delle infrastrutture. Inoltre, l’AI si dimostra efficace per la manutenzione predittiva, identificando potenziali problemi nelle apparecchiature prima che si aggravino.

Non bisogna sottovalutare l’aspetto qualitativo, poiché la GenAI potrebbe generare risultati di qualità inferiore, richiedendo ai programmatori di discernere rapidamente tali risultati.

Preparazione dei Data Center:

I data center dovranno adeguarsi per supportare applicazioni di realtà virtuale (VR) e realtà aumentata (AR), già impiegate in vari settori. Ad esempio, nel settore dell’e-commerce, l’AR consente la visualizzazione virtuale di prodotti come abbigliamento o arredamento. La gestione efficiente delle risorse, dell’infrastruttura e dei sistemi di sicurezza informatica diventerà cruciale.

La protezione delle infrastrutture di rete e dei dati critici sarà essenziale, oltre ai meccanismi di archiviazione distribuita per il provisioning. Vertiv sta già affrontando queste sfide attraverso l’integrazione dell’Intelligenza Artificiale nei propri data center.

Vertiv e l’Implementazione dell’Intelligenza Artificiale nei Data Center:

Vertiv ha adottato la tecnologia digital twin basata su AI per ottimizzare l’efficienza e la qualità nei propri stabilimenti, riducendo i costi di produzione. Gli occhiali AR intelligenti consentono ai tecnici di identificare e risolvere problemi virtualmente.

L’app Vertiv XR offre ai clienti un’esperienza coinvolgente, consentendo l’esplorazione di prodotti in 3D e a grandezza naturale attraverso la realtà aumentata. Inoltre, Vertiv LIFE Services utilizza AI e machine learning per la manutenzione preventiva, garantendo un monitoraggio costante e diagnostica remota 24/7.

Il futuro dei data center è chiaramente influenzato dall’Intelligenza Artificiale, e Vertiv sta guidando il cambiamento attraverso soluzioni innovative e all’avanguardia.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news