CYBER CRIME CONFERENCE | 17-18 Aprile 2024

TIM, Nuove proposte e sindacati sul piede di guerra

Nel mondo sempre più dinamico della connettività, un fondo americano ha presentato una proposta vincolante per l’acquisizione di Netco, comprensiva delle attività di rete fissa, inclusa FiberCop. Inoltre, è stata formulata una nuova offerta non vincolante per la partecipazione di Tim in Sparkle, una società internazionale del Gruppo. Entrambe queste offerte sono accompagnate da scadenze importanti, fissate fino al 20 dicembre, aprendo una nuova fase di decisioni cruciali.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti ha commentato questa situazione complessa, affermando con decisione che il Governo non si tira indietro dall’affrontare questa sfida. La reazione del mercato è stata significativa, con il titolo Tim che ha inizialmente mostrato un aumento del 2,5%, ma poi ha subito un calo del 6% a Piazza Affari. Questo calo è stato attribuito ai tempi prolungati necessari per chiudere l’accordo e alle dichiarazioni del Ministro Giorgetti sulla complessità del dossier.

Il balletto delle cifre e delle speculazioni è iniziato, con notizie e stime che circolano sul valore economico delle offerte. Tuttavia, queste cifre sono ancora nel campo delle congetture e delle elucubrazioni.

Nel frattempo, Tim ha comunicato che, una volta completata l’analisi dell’offerta vincolante per Netco, questa verrà immediatamente sottoposta al Consiglio di Amministrazione. Per quanto riguarda l’offerta per Sparkle, Kkr ha richiesto un periodo di esclusiva fino al 20 dicembre.

Anche i sindacati sono entrati in gioco, sottolineando la necessità di trasparenza e di confronto immediato. Le trattative segrete sono state definite “intollerabili”, con l’invito a garantire la tutela dell’occupazione dei lavoratori di Tim e a valutare il futuro dei servizi nella strategia di digitalizzazione del paese.

Il futuro di Tim rimane un labirinto complesso, con il governo italiano chiamato a prendere decisioni importanti per il settore della connettività nel paese. Le garanzie per l’occupazione e la chiarezza della strategia industriale rimangono elementi cruciali in questa fase.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news