CyberSec2023

Telepathy: Installato il primo impianto Neuralink nel cervello umano

Nella giornata di domenica è stato raggiunto un importante traguardo nella storia della tecnologia:  è stato impiantato con successo ad un essere umano il primo dispositivo Neuralink chiamato Telepathy. L’annuncio è stato fatto da Elon Musk, co-fondatore di Neuralink, tramite un post su X, suscitando grande interesse e curiosità in tutto il mondo.

Telepathy rappresenta un passo avanti significativo nell’ambito dell’interfaccia cervello-macchina, aprendo nuovi orizzonti nella comunicazione umana e nell’aiuto a individui colpiti da traumi o gravi patologie. Il dispositivo, che decifra gli impulsi cerebrali trasformandoli in comandi per dispositivi esterni, promette di restituire un’autonomia parziale a chi ne beneficia.

Il trial clinico di Neuralink ha ottenuto l’approvazione dalla Food and Drug Administration statunitense nel mese di settembre, dando il via alla ricerca dei pazienti idonei per il test. Tuttavia, non sono state comunicate informazioni precise sul numero di partecipanti al primo stadio di sperimentazione.

Telepathy non è l’unico progetto di interfaccia cervello-macchina sul mercato. Altre società come Synchron, Precision Neuroscience, Paradromics e Blackrock Neurotech stanno lavorando allo stesso obiettivo, ognuna con approcci diversi.

Sebbene i risultati iniziali siano promettenti, il percorso verso la commercializzazione di Telepathy è ancora lungo. Sarà necessario condurre approfondite analisi sulla sicurezza e sull’efficacia del dispositivo, considerando aspetti cruciali come la tolleranza dei tessuti organici e la gestione dei dati raccolti.

Inoltre, il progetto di Neuralink non è privo di critiche e dubbi, soprattutto riguardo alle implicazioni etiche legate all’uso di questa tecnologia. È fondamentale affrontare queste questioni con responsabilità e attenzione per garantire che il beneficio sociale superi le potenziali problematiche.

Il futuro della comunicazione umana si profila sempre più interessante e innovativo grazie a Telepathy e ai progressi nel campo dell’interfaccia cervello-macchina. Resta da vedere come questa tecnologia rivoluzionerà la nostra vita quotidiana e come verranno gestite le sfide che inevitabilmente si presenteranno lungo il cammino.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news