Spazio e Cybersec, Cingolani: “due pilastri del nostro Piano. E mandiamo l’AI in orbita”

Supercalcolo, cloud e AI come abilitatori del nuovo piano industriale per i prossimi anni. In un articolo su L’Economia del Corriere della Sera, Massimo Sideri approfondisce gli obiettivi di Leonardo in termini di innovazione e gli elementi cardine del suo percorso di sviluppo, attraverso le parole dell’Amministratore Delegato Roberto Cingolani e del Chief Innovation Officer Simone Ungaro.

Installare un algoritmo di intelligenza artificiale a bordo di un satellite e inviarlo, per la prima volta a livello mondiale, in orbita spaziale. È l’obiettivo del progetto assegnato dalla Direzione contrattuale Teledife di Segredifesa a Leonardo, che testimonia la centralità del settore spaziale e dell’AI nel nuovo piano industriale che sarà presentato a marzo.

L’Amministratore Delegato Roberto Cingolani sottolinea che “Spazio e digitale, quest’ultimo inteso come supercalcolo, cloud e intelligenza artificiale, sono rispettivamente un dominio e un abilitatore chiave per costruire quello ‘scudo digitale’ strategico per la sicurezza globale dei cittadini. Questa nuova capacità, unica e distintiva, dimostra la nostra proiezione digitale nel settore nei prossimi anni”. Il settore spaziale risulta dunque sempre più centrale e il suo sviluppo passa non solo attraverso la creazione di una nuova area di business, per rendere più efficienti le capacità a livello di Gruppo, ma anche dalla volontà di trarre maggiore valore dalla Space Alliance e di consolidare la leadership in Europa.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news