CyberSec2023

Ostacoli normativi: Il lancio di Gemini di Google rallentato nell’UE e nel Regno Unito

Google ha finalmente svelato Gemini, la sua risposta al rinomato ChatGPT di OpenAI. Tuttavia, secondo quanto riportato da The Next Web, questo nuovo set di modelli non sarà immediatamente accessibile in Europa a causa di ostacoli normativi. Google ha descritto Gemini come il “modello più capace di sempre“, evidenziando la sua abilità nel riconoscere, comprendere e combinare diversi tipi di informazioni, tra cui testo, immagini, audio, video e codice. Il CEO di Google DeepMind, Demis Hassabis, ha affermato che Gemini è stato testato su 50 diverse aree tematiche, ottenendo risultati eccellenti in ognuna di esse. Il modello ha superato il 90% nei benchmark standard del settore per i modelli linguistici di grandi dimensioni.

La famiglia di modelli Gemini sarà disponibile in tre dimensioni: Ultra, Pro e Nano. Ultra è il più grande ma anche il più lento, progettato per compiti altamente complessi; Pro è il più performante per una vasta gamma di attività; Nano è ottimizzato per le attività su un singolo dispositivo.

Google ha dichiarato di aver addestrato Google 1.0 utilizzando le Tensor Processing Unit (TPU) interne dell’azienda, rappresentate dalle versioni v4 e v5e. Oltre a presentare Gemini, Google ha annunciato anche il Cloud TPU v5p, specificamente progettato per l’addestramento di modelli di intelligenza artificiale all’avanguardia. Particolarmente rilevante è il modello Nano, ottimizzato per i dispositivi mobili, consentendo agli sviluppatori di creare applicazioni di intelligenza artificiale che possono funzionare anche offline, offrendo opzioni aggiuntive per la privacy. È importante notare che, a causa di preoccupazioni relative alla conformità al GDPR, il precedente rilascio di Bard da parte di Google nel marzo 2023 non ha raggiunto gli utenti europei fino a giugno.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news