Il Maker Faire Rome è Il più grande evento europeo dedicato all’innovazione tecnologia, alla manifattura digitale, robotica, realtà virtuale, stampa 3D, scienza e bioscienza, automazione, intelligenza artificiale, industria 4.0, IoT, alimentazione e agricoltura, benessere e salute, greentech.

La 7esima edizione di Maker Faire Rome si è concluso domenica 20 ottobre 2019, tra i protagonisti il robot ‘cucciolo’ iCub, l’unico robot – di circa 4 anni –  ad avere il proprio corpo ricoperto da una pelle artificiale realizzato realizzato dall’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit) per studiare l’intelligenza artificiale applicata ai robot.

Il robot, di cui ne esistono circa una quarantina in tutto il mondo, è dotato di telecamere che riproducono la vista, microfoni per la ricezione dei suoni, sensori per l’equilibrio e per misurare l’interazione con l’ambiente. Il loro utilizzo è prettamente a scopo di ricerca per capire come migliorare i movimenti, o l’equilibrio dei robot umanoidi, rendendoli sempre più simili a quelli umani.

“La sua particolarità – ha spiegato all’Agenzia Ansa, Stefano Dafarra, dell’Iit – è avere il corpo rivestito da sensori tattili che, come una pelle, permettono ad iCub di capire se e come viene toccato dall’uomo, e di rispondere nella maniera adeguata”.

iCub è in costante miglioramento non solo da un punto di vista della tecnologia applicata ma soprattutto di software e algoritmi che gli permettono di migliorare le doti relazionali con l’essere umano.

Visita il sito ufficiale del progetto: www.icub.org