Google Bard arriva in Italia

Google Bard fa il suo ingresso nel mercato italiano: l’intelligente chatbot basato sull’intelligenza artificiale generativa di Google è ora disponibile per gli utenti italiani. Basta visitare il sito web dedicato a Bard su https://bard.google.com per accedere al servizio, che è completamente gratuito.

Ma l’espansione di Bard non si limita all’Italia. Ora il servizio supporta oltre 40 lingue, inclusi il cinese, lo spagnolo, il tedesco, l’hindi e molti altri, ed è disponibile in tutta Europa e in Brasile. Sul sito di supporto ufficiale di Google è possibile trovare un elenco completo e sempre aggiornato delle lingue e dei territori supportati.

Google Bard ha recentemente introdotto diverse nuove funzionalità per arricchire l’esperienza degli utenti:

1. Ascolto delle risposte: Ora è possibile ascoltare le risposte fornite da Bard utilizzando l’icona a forma di altoparlante posizionata nell’angolo in alto a destra del messaggio generato dall’intelligenza artificiale. Questa funzione è disponibile in oltre 40 lingue.

2. Personalizzazione dei toni di risposta: Gli utenti hanno la possibilità di specificare cinque toni di risposta, tra cui semplice, lunga, corta, professionale o informale. Bard fornisce una risposta preliminare e poi consente di apportare modifiche utilizzando un tasto nella toolbar inferiore. Attualmente, questa funzione è disponibile solo in inglese, ma è previsto un prossimo ampliamento ad altre lingue.

3. Fissare conversazioni: Nel menu laterale del sito web di Bard è presente una cronologia delle chat. Ora è possibile fissare le conversazioni in alto per facilitarne l’accesso e la ricerca in futuro. Questa funzione è disponibile in oltre 40 lingue.

4. Inserimento di immagini nei prompt: Grazie all’integrazione con Google Lens, è possibile inserire immagini nei prompt delle conversazioni con Bard. Al momento, questa funzione è disponibile solo in inglese, ma presto verrà estesa ad altre lingue.

5. Condivisione rapida delle risposte: Bard offre un’interfaccia semplificata per la condivisione veloce delle risposte. Questo permette agli utenti di inviare rapidamente le risposte ai propri contatti.

6. Esportazione di linee di codice Python: Bard consente di esportare le linee di codice Python generate non solo in Google Colab, ma anche in Replit. Questa funzionalità è disponibile in oltre 40 lingue.

Queste nuove funzionalità migliorano l’usabilità e la flessibilità di Bard, offrendo agli utenti una gamma più ampia di opzioni per interagire con l’intelligenza artificiale in modo personalizzato e efficace.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news