Frattasi: “Serve consapevolezza del rischio informatico”

Il Direttore Generale dell’Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale ha aperto il convegno Forum Cyber 4.0 alla Sapienza di Roma

“Ogni miglioramento comporta inevitabilmente anche dei rischi, è fondamentale esserne consapevoli: la digitalizzazione ha semplificato molte attività quotidiane ma ha aperto a pericoli di sicurezza dei dati”. A ricordarlo è stato il direttore generale dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale, Bruno Frattasi, intervenendo in apertura del Forum Cyber 4.0 a Roma. “Tutti oggi apprezziamo i vantaggi arrivati grazie ai servizi digitali, un esempio ne sono i servizi bancari on line – ha detto Frattasi. – Anni fa, per un bonifico, occorreva andare allo sportello, oggi puoi farlo in pochi minuti senza muoverti da casa. La trasformazione digitale è stata una rivoluzione, ma in ogni cambiamento c’è sempre un’altra faccia della medaglia. In questo caso il rischio è rappresentato dalla sicurezza dei dati e delle informazioni, bisogna esserne consapevoli”.

Frattasi ha aperto la prima edizione del Forum organizzato dal Centro di competenza nazionale ad alta specializzazione sulla cybersecurity alla Sapienza di Roma, sottolineando anche l’importanza della formazione per il miglioramento della sicurezza nel mondo cyber e il ruolo che l’Agenzia per la cybersicurezza nazionale possa avere anche nello sviluppare una rete di istituzioni e centri di formazione capaci di attrarre a valorizzare talenti e ridurre così il fenomeno dei cervelli in fuga. “Consapevolezza – ha concluso Frattasi – vuol dire anche sapere dove si sta andando. Siamo come carpentieri che lavorano a bordo di una nave per rimediare alle falle che si aprono, ma bisogna anche sapere dove la nave si dirige per sviluppare una visione delle policy di sicurezza cibernetica del Paese e rafforzarne la resilienza”.

Durante la prima giornata del Forum è intervenuto anche Luca Nicoletti, Direttore del Servizio Programmi industriali, tecnologici, di ricerca e formazione, che ha fatto il punto sull’attuazione della Strategia nazionale. Mentre durante la seconda giornata è previsto l’intervento del prof. Paolo Atzeni, a capo della Struttura di missione Sviluppo di Capacità e Competenze di ACN, e del Direttore del Servizio Certificazione e Vigilanza, ammiraglio Andrea Billet.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news