Fondazione Chips.IT: Polo d’Eccellenza italiano dei Microchip

Il Centro italiano per il design dei circuiti integrati a semiconduttore, noto come Fondazione Chips.IT, è stato ufficialmente presentato a Pavia, confermando quanto annunciato nel mese di settembre. L’evento ha visto la partecipazione dei ministri Giancarlo Giorgetti (Ministero dell’Economia e delle Finanze), Adolfo Urso (Ministero delle Imprese e del Made in Italy) e Anna Maria Bernini (Ministero dell’Università e della Ricerca).

La Fondfondazione chips.itazione riveste un ruolo cruciale all’interno della nuova strategia italiana per la microelettronica, con un focus particolare sul potenziamento del settore del design di microchip. Coordinerà attività di ricerca e design coinvolgendo sia attori pubblici che privati, mettendo a disposizione moderne attrezzature e software. La Fondazione agirà anche come Competence Centre, contribuendo alla formazione di nuove generazioni di talenti nel settore. La scelta di Pavia come sede riflette la sua posizione centrale in un crescente ecosistema di aziende di semiconduttori e di eccellenze accademiche nella filiera.

Il coinvolgimento del settore privato sarà fondamentale, con aziende come Analog Devices, Infineon, Intel, Inventvm, NXP, PSMC, SONY e STMicroelectronics che hanno già manifestato interesse a partecipare alle attività della Fondazione attraverso diversi partenariati.

“Oggi rappresenta un momento significativo per la microelettronica italiana. La nascita della Fondazione è il frutto di anni di impegno, e ora ci proponiamo con orgoglio di fare di questo Centro un motore per sfruttare le opportunità offerte dal pilastro del Chips Act europeo dedicato allo sviluppo e al trasferimento tecnologico” ha dichiarato il Ministro dell’Economia e delle Finanze, Giancarlo Giorgetti.

La Fondazione Chips.IT segna una tappa fondamentale nella più ampia strategia nazionale nel settore dei semiconduttori, cruciale per l’economia italiana sia a livello nazionale che geopolitico. L’Italia si colloca tra i primi Paesi europei nell’attuazione del Chips Act Europeo. Vogliamo sostenere le imprese italiane e attrarre investimenti esteri, contribuendo a consolidare un significativo ecosistema nel settore,” ha affermato il Ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso.

La microelettronica sta vivendo una rivoluzione in cui l’Italia è già un leader mondiale. Ora è essenziale sostenere e rafforzare questa posizione. Solo grazie alle competenze delle persone e alla sinergia tra università, centri di ricerca e imprese potremo guidare al meglio questo processo. Il Governo mira a facilitare la creazione di questo ecosistema, con Pavia al centro, diventando un punto di attrazione per ricercatori italiani e stranieri. Un hub competitivo per le sfide più avanzate” ha dichiarato il Ministro dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini.

La Fondazione Chips.IT sarà supportata da un finanziamento di 10 milioni di euro nel 2023, seguito da un contributo annuale di 25 milioni di euro dal 2024 al 2030, per un totale di 185 milioni di euro (175 milioni più 10 milioni). Inoltre, sono stati destinati ulteriori 5 milioni di euro per le spese operative per ciascun anno dal 2023 al 2025.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news