Cybersecurity in Italia: richiesta di sostegno per la difesa delle imprese

Nel mondo in continua evoluzione dell’informatica e delle nuove tecnologie, la sicurezza informatica rappresenta una preoccupazione crescente, minacciando non solo la protezione dei dati, ma addirittura la stessa esistenza delle aziende. Questa è la preoccupazione espressa dalla presidente dell’associazione Assintel Confcommercio, Paola Generali. Afferma che è fondamentale sensibilizzare gli imprenditori sulle minacce informatiche e fornire loro i mezzi per investire in sicurezza. A tal fine, sta chiedendo al governo di includere nella prossima Manovra finanziaria incentivi per l’acquisto di software, consulenza e formazione in materia di sicurezza informatica.

Le micro e piccole imprese italiane si collocano tra le principali vittime degli attacchi informatici. Rispetto al settembre 2022, il mese di settembre 2023 ha registrato un aumento del 116% negli attacchi ransomware con richieste di riscatto comprovate. Di fronte a queste cifre allarmanti, la presidente di Assintel Confcommercio insiste sul fatto che ora che la trasformazione digitale è diventata onnipresente, è necessario prestare maggiore attenzione alle vulnerabilità dei sistemi informativi e alle minacce che potrebbero sfruttarle, addirittura minacciando la stessa sopravvivenza delle aziende. Tuttavia, per affrontare questa sfida, è essenziale non solo sensibilizzare gli imprenditori, in particolare quelli delle piccole realtà, ma anche metterli nella condizione di investire in sicurezza. Per questo, Assintel chiede al governo di introdurre provvedimenti nella prossima manovra finanziaria che forniscano alle micro e piccole imprese supporto finanziario per migliorare la loro sicurezza informatica, coprendo aspetti quali software, consulenza e formazione.

Secondo il Rapporto Cyber del 1° Semestre 2023, redatto dall’Assintel Cyber Think Tank, coordinato da Pierguido Iezzi, la regione più colpita dagli attacchi informatici è la Lombardia, con il 53% di tutti gli attacchi registrati in Italia durante quel mese. Questi attacchi sono concentrati principalmente nei settori manifatturiero, dei servizi e della sanità. Questo aumento rappresenta una notevole escalation nella frequenza degli attacchi in Italia. Tuttavia, l’Italia non è l’unica ad affrontare questa sfida, in quanto a livello globale, il numero di vittime di attacchi informatici è cresciuto del +183% nel primo semestre del 2023, a causa della crescente complessità dello scenario geopolitico internazionale e della maggiore facilità con cui i criminali informatici possono lanciare tali attacchi.

Per far fronte a questa crescente minaccia, Assintel ha creato la piattaforma “Cyber Threat Infosharing“, che offre servizi informativi in tempo reale 24 ore su 24, 7 giorni su 7. L’obiettivo principale di questa piattaforma è di tenere informati i professionisti del settore tecnologico sui rischi cyber in tempo reale, in modo che possano proteggere le proprie aziende e i propri clienti con interventi tempestivi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news