Consegne Prime Air: Amazon svela il drone MK30 con tecnologia “Sense-and-Avoid”

Amazon ha svelato il suo innovativo drone MK30 progettato per rivoluzionare il settore delle consegne a domicilio. Questo drone è stato presentato durante l’evento “Delivering the future” tenutosi a Seattle il 18 ottobre e rappresenta un passo avanti nella consegna di pacchi sicura e autonoma grazie all’utilizzo di una sofisticata tecnologia “sense-and-avoid”.

Prime Air, il programma di consegna di Amazon, mira a trasportare pacchi direttamente a casa dei clienti in modo rapido e sicuro, sfruttando droni in grado di gestire carichi fino a cinque libbre (circa 2,26 kg). Amazon si sta impegnando per introdurre le consegne tramite drone in Italia entro la fine del 2024, collaborando strettamente con le autorità competenti e le comunità locali per garantire un servizio sicuro e affidabile.

David Carbon, Vicepresidente di Prime Air, ha condiviso il suo entusiasmo riguardo all’espansione delle attività di consegna Prime Air a livello internazionale, sottolineando il continuo impegno di Amazon nell’innovare per soddisfare le esigenze dei clienti. Il programma Prime Air ha già iniziato a consegnare pacchi ai clienti in California e Texas nel dicembre 2022.

Il drone MK30 è stato progettato con un’enfasi sulla sicurezza delle comunità e dei clienti di Amazon, ed è alimentato interamente a energia elettrica. Questo drone rappresenta la nuova generazione di droni per le consegne e promette di consegnare pacchi in tempi rapidi, trasformando una volta per tutte la visione della consegna di pacchi tramite droni in una realtà concreta. David Carbon ha dichiarato: “Abbiamo costruito droni completamente elettrici in grado di consegnare ai clienti pacchi di peso fino a 5 libbre in tempi rapidi, dal momento dell’acquisto alla consegna. Ora stiamo introducendo la nostra nuova generazione di droni per le consegne: l’MK30“.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news