BING, sei mesi del nuovo motore di ricerca AI

In soli sei mesi dalla rivoluzionaria trasformazione del motore di ricerca con il nuovo Bing potenziato dall’intelligenza artificiale, sono stati registrati oltre 1 miliardo di conversazioni e 750 milioni di immagini. Questo straordinario successo ha contribuito a nove trimestri consecutivi di crescita su Edge, consentendo a Bing di offrire esperienze AI di altissima qualità agli utenti.

Bing ha lanciato il “Bing Image Creator“, basato sui modelli DALL∙E di OpenAI. Questo strumento consente agli utenti di visualizzare immagini in base alle descrizioni fornite. Ad esempio, dopo aver discusso con Bing delle scelte di arredamento per un soggiorno, gli utenti possono chiedere a Bing di mostrare alcune opzioni.

In risposta ai feedback degli utenti, Bing ha migliorato l’esperienza di chat introducendo la “Chat History”. Questa funzione memorizza le conversazioni precedenti e le rende accessibili nella sezione “Recent Activity”. Gli utenti possono ritornare a qualsiasi conversazione salvata e riprendere da dove avevano interrotto.

L’app “Bing Mobile App” offre accesso alle funzionalità AI di Bing in movimento. L’applicazione fornisce risposte complete e citate, accesso al Bing Image Creator e altre funzioni. Inoltre, Bing è integrato in SwiftKey, consentendo agli utenti di sfruttare il potere dell’AI per la composizione di testi, la traduzione delle lingue e altro ancora.

Attraverso “Windows Copilot“, Bing porta le sue esperienze AI ai PC. Questa funzione aiuta gli utenti a concentrarsi su progetti complessi e collaborazioni, riducendo la necessità di passare tra diverse applicazioni.

Bing ha annunciato il supporto per browser di terze parti, consentendo agli utenti di sperimentare Bing su browser come Chrome o Firefox. Tuttavia, per un’esperienza di chat ottimale, Bing suggerisce l’utilizzo del browser Microsoft Edge.

Tra le altre nuove funzionalità vi è la “Multimodal Visual Search in Chat“, che permette agli utenti di condividere immagini all’interno delle chat e porre domande correlate. Bing ha anche introdotto la “Dark Mode” e “Bing Chat Enterprise”, che offre protezione dei dati aziendali.

Mentre Bing celebra i risultati ottenuti nei primi sei mesi, l’entusiasmo per i prossimi sei mesi è ancora più palpabile. Il team di Bing è già al lavoro su nuove esperienze e miglioramenti delle funzioni esistenti. Il feedback degli utenti rimane una fonte fondamentale di ispirazione per il futuro dello sviluppo del motore di ricerca.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news