CyberSec2023

5G: Idan, l’Università di Milano Trasforma la Rete con l’IA

L’Università degli Studi di Milano sta affrontando una sfida ambiziosa nel trasformare il 5G in una rete auto-gestita, posizionando dinamicamente i servizi per minimizzare i tempi di accesso e il consumo di energia. Questo progetto innovativo, chiamato Idan (Intent-driven autonomous network), è parte dello Spoke n. 2 dell’iniziativa PNRR Musa, incentrata sui Big Data e Open Data per le Life Sciences.

In collaborazione con i principali operatori mondiali delle telecomunicazioni, tra cui Tim, Ericsson, Huawei, e China Mobile, l’Università di Milano sta portando avanti Idan per promuovere l’intelligenza artificiale e migliorare la gestione autonoma della rete 5G. Il progetto, recentemente premiato al TMForum di Copenhagen, è coordinato dal docente di Informatica Marco Anisetti e coinvolge il Laboratorio Sesar (SEcure Service-oriented Architectures Research Lab) del dipartimento di Informatica.

La sfida principale è la creazione di punti di accesso virtuali per dispositivi come robot medici, droni, veicoli a guida autonoma e altri apparecchi in ambito biomedico. Questi punti di accesso devono essere posizionati dinamicamente per garantire tempi di latenza accettabili. Il progetto lavora su una rete multistrato a gestione autonoma basata sull’intelligenza artificiale per gestire le richieste conflittuali e garantire una risposta rapida e efficiente.

Idan è stato implementato nello Spoke 2 di Mua, finanziato dal Ministero dell’Università e della Ricerca nell’ambito del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Questo Spoke si concentra su Big Data e Open Data per le scienze della vita, contribuendo allo sviluppo di tecnologie e processi per il trattamento di grandi quantità di dati sanitari. Coordinato da Ernesto Damiani e Gian Vincenzo Zuccotti, lo Spoke 2 sottolinea l’impegno dell’Università di Milano nell’innovazione tecnologica e nella promozione della salute attraverso soluzioni avanzate.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news