CyberSec2023

5G e cavi sottomarini: Italia al centro degli investimenti europei

La Commissione Europea ha recentemente siglato le convenzioni per finanziare 37 progetti nell’ambito del Connecting Europe Facility (Cef Digital). Questi progetti, selezionati nella seconda serie di inviti a presentare proposte, riceveranno un totale di 252 milioni di euro per sviluppare infrastrutture 5G ed edge cloud lungo i principali corridoi di trasporto europei e migliorare la connettività digitale.

La terza call del programma Cef Digital è già in corso, con la scadenza delle candidature fissata entro il 20 febbraio.

Riflettori sui cavi sottomarini e le infrastrutture 5G

Tra i progetti finanziati dall’Unione Europea, spicca la realizzazione di cavi sottomarini per potenziare l’interconnessione tra l’Irlanda e l’Ue continentale, così come tra l’Ue e le sue regioni ultraperiferiche nell’Oceano Atlantico. Le sovvenzioni supporteranno anche un collegamento trans-artico diretto tra l’Ue e l’Estremo Oriente, fornendo infrastrutture ad alta capacità alle isole greche nel Mediterraneo e rafforzando la connettività con l’Africa.

I finanziamenti saranno destinati anche alla realizzazione di reti 5G lungo autostrade, strade, ferrovie e vie navigabili, aprendo la strada alla mobilità connessa e automatizzata. Inoltre, verranno potenziate le infrastrutture 5G nelle smart communities, migliorando i servizi di interesse generale in università, ospedali e edifici pubblici.

Aziende italiane in prima linea

Diversi enti e aziende italiane sono coinvolti nei progetti. Ad esempio, nel progetto per la diffusione del 5G nelle sezioni transfrontaliere del corridoio Ten-T Mediterraneo e Baltico-Adriatico, la Regione Friuli-Venezia Giulia, Anas spa, Retelit Digital Services spa e l’Università degli Studi di Trieste riceveranno sovvenzioni. Allo stesso modo, nel progetto per la diffusione del 5G nella sezione transfrontaliera del Fréjus tra Italia e Francia, parteciperanno Cellnex Italia spa, Rfi, Anas spa, Open Fiber spa, l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica e Accenture spa.

Il programma Cef: accelerare gli investimenti per le reti transeuropee

Il Connecting Europe Facility (Cef) è il meccanismo finanziario dell’Unione Europea dedicato al miglioramento delle reti nei settori dei trasporti, dell’energia e delle telecomunicazioni. Con una dotazione complessiva di 33.242.259.000 euro, il Cef mira ad accelerare gli investimenti pubblici e privati nelle reti transeuropee. Sostiene progetti di interesse comune, con priorità per i collegamenti mancanti nel comparto dei trasporti, promuovendo lo sviluppo e la costruzione di nuovi servizi e infrastrutture. I soggetti idonei a presentare proposte includono enti pubblici, organismi internazionali, imprese comuni, imprese in partenariato, enti privati con o senza personalità giuridica.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita e unisciti a una community di appassionati come te!

Condividi sui social
Potrebbero interessarti
Related news